A volte ci capita di presentare la Dichiarazione IVA fuori dai termini previsti, oppure rettificare un modello già inviato. Si può ricorrere al ravvedimento operoso per ridurre le sanzioni al minimo?

Cosa succede se emerge un credito che prima non esisteva? O un debito maggiore del precedente?

Vediamo il caso di presentazione o rettifica di una dichiarazione entro i novanta giorni dalla scadenza.

I versamenti delle imposte in scadenza lo scorso 20 luglio (o 20 agosto) possono essere effettuati entro venerdì 30 ottobre con una maggiorazione dello 0,8% (8 euro ogni 1.000).

Lo ha stabilito l’art. 98-bis del Decreto Legge 104/2020 (c.d. Decreto “Agosto”) per i soggetti cui si applicano gli Indici Sintetici di Affidabilità Fiscale con una diminuzione di fatturato di almeno il 33% nel primo semestre 2020.