Contributo a fondo perduto alternativo entro il 2 settembre

Siamo agli sgoccioli per presentare la domanda attraverso l’Agenzia delle Entrate per ottenere il contributo a fondo perduto alternativo a quello automatico previsto dal Decreto Sostegni bis.

Di cosa si tratta?

Come il ristoro precedente previsto dal Decreto Sostegni si tratta di un indennizzo in denaro causa Covid-19 da ricevere su conto corrente; in alternativa puoi utilizzarlo per compensare su F24 debiti verso il fisco (opzione credito d’imposta).

Il requisito fondamentale è la diminuzione di fatturato.

Continua a leggere “Contributo a fondo perduto alternativo entro il 2 settembre”

Esonero e proroga dei versamenti INPS 2021 per professionisti e imprese

L’INPS ha posticipato al 20 agosto la scadenza dei contributi per artigiani e commercianti in attesa rendere operativo l’esonero contributivo parziale per il 2021 previsto dalla Legge di Bilancio.

A seguito dell’emergenza sanitaria Covid-19, è stato infatti introdotto l’esonero parziale dei contributi dovuti dai lavoratori autonomi e i liberi professionisti iscritti alle gestioni INPS e alle casse previdenziali professionali autonome.

Continua a leggere “Esonero e proroga dei versamenti INPS 2021 per professionisti e imprese”

Come richiedere il Contributo previsto dal Decreto Sostegni

Il Contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni è rivolto a imprese e professionisti che hanno subito un calo del fatturato di almeno il 30 per cento nel 2020 rispetto all’anno precedente.

Per verificare se ne hai diritto e il relativo ammontare scarica questo file Excel gratuito.

Il minimo garantito è 1.000 euro e viene erogato direttamente sul conto o, in alternativa, lo usi per compensare altri tributi con il modello F24.

Continua a leggere “Come richiedere il Contributo previsto dal Decreto Sostegni”

Come calcolare gratuitamente il contributo a fondo perduto con Excel

Il contributo a fondo perduto – non tassabile – previsto dal Decreto Sostegni è il risarcimento ad oggi previsto per il calo di fatturato di professionisti e imprese a causa dell’emergenza Covid.

Il contributo ha caratteristiche simili a quelli erogati lo scorso anno, con tre requisiti fondamentali:

  1. avere la partita IVA attiva al 23 marzo 2021, data di entrata in vigore del decreto Sostegni;
  2. aver avuto ricavi o compensi non superiori a 10 milioni di euro nell’anno 2019;
  3. aver avuto nell’anno 2020 un fatturato medio mensile inferiore almeno del 30 per cento rispetto al fatturato medio mensile dell’anno 2019.

Il contributo minimo è 1.000 euro, il massimo 150.000 euro.

Continua a leggere “Come calcolare gratuitamente il contributo a fondo perduto con Excel”

Contributo a fondo perduto dall’1,7% al 5% del calo di fatturato

Questo è tutto ciò che ha partorito il nostro Governo – con tre mesi di ritardo – quale risarcimento a professionisti e imprese per il calo di fatturato dovuto all’emergenza Covid.

Il contributo a fondo perduto ha caratteristiche simili a quelli erogati durante l’anno 2020, ma con una particolarità: si fa riferimento al calo medio mensile del fatturato.

Il contributo minimo è 1.000 euro, il massimo 150.000 euro.

Continua a leggere “Contributo a fondo perduto dall’1,7% al 5% del calo di fatturato”