Le istruzioni per la compilazione del ReddiTest

Come abbiamo visto ieri il ReddiTest è un software che consente ai contribuenti di valutare la coerenza tra il reddito familiare e le spese sostenute nell’anno.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate sono state pubblicate le istruzioni per la compilazione del ReddiTest che riportiamo in questo post unitamente alle video istruzioni.

Se non hai tempo da perdere scarica direttamente il Pdf “ReddiTest_Faq”. Continua a leggere “Le istruzioni per la compilazione del ReddiTest”

Reverse charge sui cellulari: è ora

Ricordo che da oggi si applica il meccanismo del reverse charge sulle cessioni di telefoni cellulari e dispositivi a circuito integrato, con alcune modifiche introdotte dalla risoluzione n. 36/E pubblicata ieri, 31 marzo 2011.

Tra le novità: non si applica il reverse charge qualora la vendita del cellulare sia accessoria alla fornitura del traffico telefonico.

Continua a leggere “Reverse charge sui cellulari: è ora”

Reverse charge su cellulari e PC: i chiarimenti delle Entrate

Dopo una discreta attesa e alcune richieste e tentativi di risposte comparsi anche su questo blog l’Agenzia delle Entrate con Circolare del 23 dicembre 2010, n. 59 ha fornito chiarimenti in merito  all’applicazione del meccanismo del “reverse charge” alle cessioni di telefoni cellulari, microprocessori e unità centrali di elaborazione.

Continua a leggere “Reverse charge su cellulari e PC: i chiarimenti delle Entrate”

Cessioni di telefoni cellulari: si applica il reverse charge

È stata pubblicata sulla Gazzetta Ufficiale dell’Unione Europea nella giornata di ieri 25 novembre 2010, l’autorizzazione del Consiglio UE 22 novembre 2010, n. 2010/710/UE, con la quale Italia, Germania e Austria sono state autorizzate ad applicare il meccanismo del “reverse charge” alle cessioni di telefoni cellulari, microprocessori e unità centrali di elaborazione.

Non è previsto alcun limite ai fini dell’applicazione della deroga a differenza di quanto previsto per Austria e Germania per le quali, invece, la deroga si applica alle cessioni di beni per i quali l’importo imponibile è pari o superiore a 5.000 euro.

Continua a leggere “Cessioni di telefoni cellulari: si applica il reverse charge”

Operazioni con Paesi black-list: software, istruzioni e modello

La comunicazione Iva sui trasferimenti avvenuti dal 1° luglio va trasmessa entro il 2 novembre 2010.

Sul sito dell’Agenzia delle Entrate è disponibile il software destinato agli operatori Iva che effettuano movimentazioni con partner economici aventi sede, residenza o domicilio in Paradisi fiscali.

Continua a leggere “Operazioni con Paesi black-list: software, istruzioni e modello”

Il regime agevolato dei contribuenti minimi

Dal 2008 i piccoli imprenditori e professionisti (c.d. contribuenti “minimi”) passano automaticamente al regime fiscale che semplifica e riduce gli adempimenti diminuendo, nel contempo, i costi.

Il regime dei contribuenti minimi rappresenta, quindi, il regime naturale per chi possiede determinati requisiti e per coloro che nel 2007 hanno applicato il regime della franchigia (art. 32 bis, DPR n° 633/72). Ciò significa che questi contribuenti potevano, già dal 1° gennaio 2008, iniziare automaticamente ad operare come contribuenti minimi, applicando le disposizioni proprie del regime senza dover fare alcuna comunicazione preventiva o successiva.

I contribuenti, invece, che iniziano un’attività d’impresa, arte o professione e presumono di rispettare i requisiti previsti, devono comunicarlo nella dichiarazione di inizio attività (modello AA9/10 – pdf) barrando nel quadro B, la relativa casella denominata “Regime per i contribuenti minimi“.

NOTA BENE: si ricorda che dal 1 aprile 2010 è entrata in vigore la Comunicazione Unica per l’inizio attività delle imprese iscrivibili alla CCIAA.

Continua a leggere “Il regime agevolato dei contribuenti minimi”