Acconto IVA entro il 27 dicembre

Acconto IVA entro il 27 dicembre

Il 27 dicembre è il giorno destinato al versamento dell’acconto IVA che chiude il calendario degli adempimenti fiscali per il 2022.
Sia per chi versa l’IVA trimestralmente che mensilmente ci sono tre modalità distinte per il calcolo da utilizzare in base alla propria convenienza.

  • Metodo storico
  • Metodo previsionale
  • Metodo effettivo o delle operazioni effettuate

Il metodo storico è quello più utilizzato poiché basato sul passato; la base di calcolo è l’ultimo mese o trimestre dell’anno precedente e l’IVA da versare è l’88% di quella liquidata lo scorso anno.

Il metodo previsionale è da utilizzare se si ritiene di versare di meno, ovvero si stima l’importo dovuto per il mese o trimestre e si versa l’88%.

Il metodo analitico prevede il versamento in base alle operazioni effettuate fino al 20 dicembre.

Variazione della periodicità

Qualora sia variata la periodicità delle liquidazioni rispetto all’anno precedente, da mensile a trimestrale o viceversa, anche la modalità di calcolo è rivista di conseguenza.

Passando da trimestrale a mensile la base di calcolo dello scorso anno viene ridotta ad un terzo, nel caso contrario occorre considerare le ultime tre liquidazioni dello scorso anno per calcolare l’88% da versare.

Quando non si versa

Se si prevede di terminare l’anno con un saldo a credito non occorre versare nulla, né se l’ultima liquidazione dell’anno precedente presentava un saldo a credito.

Non c’è nulla da versare anche nel caso l’attività sia iniziata quest’anno o già cessata prima del 30 settembre.

Il versamento minimo richiesto è 103,29 euro al di sotto del quale non è richiesto.

Come si versa

Il codice tributo per il versamento da effettuare con il modello F24 telematico è 6035 per i trimestrali e 6013 per i mensili; l’acconto IVA 2022 può essere compensato con altri tributi.


Ho pensato ti potessero interessare anche questi…

  • Rottamazione-quater entro il 30 aprile 2023
    Dal sito dell’Agenzia Riscossione si può presentare richiesta per la cosiddetta Rottamazione Quater, per definire a condizioni agevolate i sospesi con fisco ed enti previdenziali. Richiesta di adesione solo online entro il 30 aprile, rateazione fino a 18 rate.
  • Forfetari superiori a 25k e fattura elettronica
    Chi ha superato il fatturato di 25 mila euro nel 2022 è obbligato alla fatturazione elettronica dal 2023? E’ questo il dubbio che è venuto a molte imprese e professionisti in regime forfetario esentati dall’obbligo anche dopo il 1 luglio 2022.
  • Bonus mobili ed elettrodomestici 2023
    Anche per il 2023 è possibile recuperare una parte della spesa sostenuta per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi nell’ambito di una ristrutturazione edilizia.