Saldo IVA annuale con Excel

Quattro modi per versare il saldo IVA annuale (Foglio Excel)

Mercoledì 16 marzo scade il termine per il versamento del saldo IVA del 2021, con quattro differenti possibilità di scelta: a rate, differita o in un unica soluzione.

Vediamo come funziona con l’aiuto di un file Excel.


L’IVA dovuta in base alla dichiarazione annuale deve essere versata entro il 16 marzo di ogni anno, o il primo giorno feriale immediatamente successivo; l’importo minimo richiesto per il versamento è 11 euro (fino a 10,33, ovvero 10 euro, non si versa).

Il codice tributo da utilizzare è 6099 con anno di riferimento 2021 e il numero delle rate prescelto, da 1 a 9.

Versamenti e rateizzazione

Ci sono quattro distinte modalità per versare il saldo IVA, puoi scegliere quella più adatta alle tue tasche.

1 – Versamento in unica soluzione entro il 16 marzo

E’ la soluzione tradizionale e semplice: il versamento avviene in un’unica soluzione entro il 16 marzo a mezzo F24 – eventualmente compensandolo con altri crediti – utilizzando il codice tributo 6099.

2 – Versamento a rate dal 16 marzo

Si può versare a rate partendo dal 16 marzo 2021 purchè l’ultima sia versata entro il 16 novembre; ciò significa che si divide l’importo fino a nove rate uguali, ciascuna delle quali è maggiorata dello 0,33% mensile.

I codici tributo da utilizzare sul modello F24 sono “6099” per l’IVA e “1668” per gli interessi.

Foglio Excel

Saldo IVA rateizzato

Aggiornamento 13 marzo 2022

3 – Versamento in unica soluzione differito alla scadenza delle imposte di giugno / luglio

Si può versare sempre in un’unica soluzione differendo la scadenza a quella per i versamenti delle imposte sui redditi – 30 giugno o 30 luglio – con la maggiorazione dello 0,40% per ogni mese o frazione di mese successivi al 16 marzo.

Foglio Excel

Saldo IVA differito

Aggiornamento 13 marzo 2022

4 – Versamento differito con rateazione

C’è una quarta opzione per effettuare il saldo IVA, ovvero differire il versamento al 30 giugno (o 30 luglio) ed effettuare la rateazione alle scadenze relative al Modello Redditi.

In tal caso occorre maggiorare dapprima l’importo da versare con lo 0,40% per ogni mese o frazione di mese successivi al 16 marzo e quindi aumentare dello 0,33% mensile l’importo di ogni rata successiva alla prima.


Riepilogo: come si versa il saldo IVA

Versamento minimo 11 euro con F24 Telematico

  1. Versamento in unica soluzione entro il 16 marzo
  2. Versamento in rate uguali dal 16 marzo al 16 novembre con lo 0,33% in più su ogni rata
  3. Versamento in unica soluzione differito alla scadenza delle imposte con maggiorazione 0,40% per ogni mese
  4. Versamento posticipato e rateizato maggiorando 0,40% per ogni mese e 0,33% in più su ogni rata successiva

Ultimi post pubblicati

Martedì alle 10

La lettera che crea (in)dipendenza

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo di WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...