Quanto vali veramente

Il tuo reale valore

Riesci a comprendere qual è il tuo reale valore per i tuoi clienti?

Essere imprenditori e freelance è una delle cose più belle che ci siano. Creare e dirigere un’attività che dipende in buona parte dal nostro genio e dal nostro sudore non ha prezzo.

Una delle cose più difficili da realizzare per avere successo non ha a che vedere con il denaro, quello prima o poi arriva. Né, in generale, con l’acquisizione dei clienti.

In più di venticinque anni di partita IVA ho riscontrato che una delle cose più complicate da realizzare è rendere chiaro il nostro valore ai nostri potenziali clienti, ovvero a tutti coloro che non ci conoscono.

Se non lavori in un campo in cui la tua professione ha un’etichetta facilmente riconoscibile la cosa è ancora più ardua.

Quando cominci un nuovo progetto come una nuova pubblicazione oppure un blog, è importante stabilire come vorresti essere percepito dal mondo esterno.

Una corretta comunicazione aiuta a fare una semplice selezione:

  • Avvicinare chi vorresti avere come potenziale cliente
  • Allontanare chi non è allineato ai tuoi valori

E’ una selezione indispensabile per poter scegliere i clienti con cui vogliamo lavorare.

Con il trascorrere del tempo il mercato cambia, e così facciamo noi. Rivedere la nostra comunicazione è un dovere per non uscire dal mercato e rimanere coerenti.

Consigli operativi

Conosci il tuo mercato di riferimento ?

Se non sei in grado di delineare correttamente il tuo mercato potrebbe derivare da una segmentazione errata.

Il prodotto che vuoi vendere così come la tua consulenza o una tua pubblicazione devono avere il giusto prezzo per quello specifico mercato.

Vendere ad un prezzo troppo basso ad un pubblico disposto a spendere di più è controproducente, così come lo è il contrario.

Aggiusta il tiro di conseguenza.

Definisci nei dettagli quale soluzione offri

Ciò che offri aiuta a risolvere problemi a breve o a lungo termine?

Definisci in dettaglio quale problema risolve, quale bisogno soddisfa. Potrai accorgerti che i risultati a breve termine possono essere compensati ad una tariffa differente rispetto a quelli a lungo termine.

Comunica con cura i benefici

Spesso la nostra comunicazione scende in dettaglio per quanto riguarda il prodotto, gli aspetti legali o la logistica, oppure le modalità di pagamento. Uno sforzo maggiore può essere fatto per definire in dettaglio i benefici che il nostro prodotto/servizio porta nella vita delle persone.

Descrivi la condizione che vivrà il tuo cliente dopo avere consumato il tuo prodotto.

Mettiti nei panni del cliente

Immagina quale tipo di esperienza può avere il nostro cliente. Userà il tuo prodotto a lungo oppure soddisfa un’esigenza da una botta e via?

Differenza tra avere bisogno e desiderare. O entrambi.

Se riesci a comprendere che cosa puoi soddisfare nel tuo destinatario puoi indirizzare sempre meglio il tuo messaggio e, quindi, il tuo prodotto.

Non conosciamo le vite degli altri, se capiamo le reali necessità e desideri possiamo chiarire sempre meglio il valore che possiamo distribuire.

Cura l’aspetto emotivo, è importante

Giustifichiamo la maggior parte degli acquisti con la nostra parte razionale mentre sappiamo bene di avere appagato un desiderio di pancia. Anche l’iscrizione ad una newsletter gratuita o a un canale You Tube viene fatto in questo modo. O no?

Una sottoscrizione gratuita è pur sempre un acquisto, così come una newsletter, un info-prodotto o un corso sono un prodotto.

Cerca di connetterti emozionalmente con il tuo pubblico anche se parli di astronomia nel tuo podcast.


Letture consigliate:


Copertina: Foto di Andrea Piacquadio da Pexels

C’è altra roba per te