Avvisi addebito INPS

L’INPS non fa sconti

A quanto pare all’INPS non interessa nulla delle difficoltà delle partite IVA italiane.

Recentemente il fisco italiano ha concesso una dilazione senza interessi per il versamento delle cartelle notificate ai contribuenti.

Il termine di pagamento delle cartelle emesse dall’Agenzia Entrate Riscossione è di 60 giorni dalla notifica.

Le cartelle ricevute nell’arco temporale 1 settembre 2021 – 31 dicembre 2021 possono essere pagate a 150 giorni anziché 60.

L’INPS che fa?

Non ci sta.

Gli avvisi di addebito emessi dall’INPS sono “al di fuori della portata” ovvero non rientrano in questa agevolazione.

È la stessa INPS a confermarlo con un messaggio pubblicato sul suo sito Internet

Proprio nel momento in cui il Governo ha portato l’agevolazione a 180 giorni.


Photo by Ketut Subiyanto from Pexels

Hai bisogno di aiuto?

Mandami un messaggio, solitamente rispondo entro qualche ora.

Se preferisci un contatto più umano lasciami il tuo numero di telefono e le istruzioni per contattarti.

Ho pensato ti potessero interessare anche questi…

  • Rottamazione-quater entro il 30 aprile 2023
    Dal sito dell’Agenzia Riscossione si può presentare richiesta per la cosiddetta Rottamazione Quater, per definire a condizioni agevolate i sospesi con fisco ed enti previdenziali. Richiesta di adesione solo online entro il 30 aprile, rateazione fino a 18 rate.
  • Forfetari superiori a 25k e fattura elettronica
    Chi ha superato il fatturato di 25 mila euro nel 2022 è obbligato alla fatturazione elettronica dal 2023? E’ questo il dubbio che è venuto a molte imprese e professionisti in regime forfetario esentati dall’obbligo anche dopo il 1 luglio 2022.
  • Bonus mobili ed elettrodomestici 2023
    Anche per il 2023 è possibile recuperare una parte della spesa sostenuta per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi nell’ambito di una ristrutturazione edilizia.