Contributo Decreto Sostegni

Come richiedere il Contributo previsto dal Decreto Sostegni

Il Contributo a fondo perduto previsto dal Decreto Sostegni è rivolto a imprese e professionisti che hanno subito un calo del fatturato di almeno il 30 per cento nel 2020 rispetto all’anno precedente.

Per verificare se ne hai diritto e il relativo ammontare scarica questo file Excel gratuito.

Il minimo garantito è 1.000 euro e viene erogato direttamente sul conto o, in alternativa, lo usi per compensare altri tributi con il modello F24.

Per presentare l’istanza ci si collega alla propria area riservata del sito dell’Agenzia delle Entrate. In alternativa puoi delegare un intermediario abilitato come il sottoscritto o un commercialista di tua fiducia.

In ogni caso la procedura è davvero semplice, scorri le immagini sottostanti e trovi le informazioni che ti servono per predisporla in autonomia.

  • Decreto Sostegni Contributo a fondo perduto
  • Decreto Sostegni Contributo a fondo perduto
  • Decreto Sostegni Contributo a fondo perduto
  • Decreto Sostegni Contributo a fondo perduto
  • Decreto Sostegni Contributo a fondo perduto
  • Decreto Sostegni Contributo a fondo perduto
  • Decreto Sostegni Contributo a fondo perduto
  • Mario Draghi

Hai bisogno di aiuto?

Mandami un messaggio, solitamente rispondo entro qualche ora.

Se preferisci un contatto più umano lasciami il tuo numero di telefono e le istruzioni per contattarti.

Ho pensato ti potessero interessare anche questi…

  • Rottamazione-quater entro il 30 aprile 2023
    Dal sito dell’Agenzia Riscossione si può presentare richiesta per la cosiddetta Rottamazione Quater, per definire a condizioni agevolate i sospesi con fisco ed enti previdenziali. Richiesta di adesione solo online entro il 30 aprile, rateazione fino a 18 rate.
  • Forfetari superiori a 25k e fattura elettronica
    Chi ha superato il fatturato di 25 mila euro nel 2022 è obbligato alla fatturazione elettronica dal 2023? E’ questo il dubbio che è venuto a molte imprese e professionisti in regime forfetario esentati dall’obbligo anche dopo il 1 luglio 2022.
  • Bonus mobili ed elettrodomestici 2023
    Anche per il 2023 è possibile recuperare una parte della spesa sostenuta per l’acquisto di mobili ed elettrodomestici nuovi nell’ambito di una ristrutturazione edilizia.