Le modifiche al regime forfettario nella Manovra 2020

Modifiche al regime forfetario per il 2020

La Manovra 2020 ha introdotto alcune modifiche ai requisiti d’accesso al Regime Forfettario. Vediamo quali.

Regime forfettario

Il Regime Forfettario è riservato a professionisti e imprese il cui incasso o fatturato non supera i 65 mila euro all’anno; qualora la durata dell’attività svolta sia inferiore ai dodici mesi occorre operare un ragguaglio ad anno.

Modifiche dal 2020

Il nuovo requisito per l’accesso riguarda il costo del personale.

L’ammontare complessivo delle spese per lavoro accessorio, lavoratori dipendenti, collaboratori, utili agli associati in partecipazione, prestazioni di lavoro dell’imprenditore o dei suoi familiari, non deve superare i 20 mila euro lordi

Si tratta di un ritorno al passato anche se il limite massimo fino al 2018 era di soli 5 mila euro; nel 2019 tale limite era stato soppresso.

E’ stata anche parzialmente ripristinata l’incompatibilità – soppressa nel 2019 – con il lavoro dipendente.

Qualora nell’anno precedente si sia svolta attività di lavoro dipendente e assimilato per un reddito superiore a 30 mila euro non è possibile aderire al regime forfettario.

E’ stato stimato che le modifiche al Regime Forfettario riducano di circa un quarto la potenziale platea dei soggetti coinvolti.

Tra le novità della Manovra 2020 si segnala anche:

  • la cancellazione della disposizione che introduceva, da quest’anno, la tassazione sostitutiva al 20% per imprenditori e professionisti con ricavi/compensi compresi tra 65 mila e 100 mila euro
  • l’introduzione di un regime premiale che vede la riduzione di un anno dei termini per l’accertamento (da cinque a quattro) per coloro che adottano facoltativamente la fatturazione elettronica abbandonando totalmente il cartaceo
  • l’introduzione di un credito d’imposta per l’acquisto di beni strumentali nuovi ad opera di imprese in luogo del super ammortamento non previsto per il Regime Forfettario.

Hai bisogno di aiuto?

Mandami un messaggio, solitamente rispondo entro qualche ora.

Se preferisci un contatto più umano lasciami il tuo numero di telefono e le istruzioni per contattarti.

Aggiornati gratuitamente

Inserisci il tuo indirizzo e-mail per ricevere i nuovi contenuti.
E quando sei stufo ti cancelli.

Per rendere effettiva l’iscrizione occorre confermare l’e-mail ricevuta

Ultimi articoli pubblicati

Una splendida giornata

La giornata lavorativa ottimale comincia con il ricordare a te stesso che sarà fantastica.
Anche organizzarla con un piano giornaliero efficace è utile però.

Vota:

Mettersi in proprio: tre cose da sapere per non sbagliare

Quando intraprendi un’attività in proprio ci sono tre decisioni da prendere prima di cominciare:

1. Il tipo di attività che intendi svolgere

2. Se vuoi lavorare da solo o con dei soci

3. Il regime contabile e fiscale che adotterai

La scelta iniziale condiziona il prosieguo di tutta l’attività futura.

Vota:

Esonero contributi INPS 2021

Scade oggi 30 settembre il termine per presentare la domanda di esonero parziale da parte di artigiani commercianti e professionisti che hanno subito una diminuzione di fatturato nel 2020

Vota:

Proroga versamenti al 15 settembre per i soggetti ISA

Una risoluzione di pochi giorni fa dell’Agenzia delle Entrate ha finalmente chiarito chi versa al 15 settembre e con quali modalità.
Chi ha un’attività soggetta agli ISA, ex studi di settore, può usufruire della proroga al 15 settembre senza maggiorare gli importi.
E può fare una strana rateazione.

Vota:

Caricamento…

Si è verificato un problema. Aggiorna la pagina e/o riprova in seguito.