Il redditometro non è per tutti

Nei giorni scorsi l’Agenzia delle Entrate ha precisato (tranquillizzato?) i contribuenti italiani riguardo l’applicazione del redditometro.

Nel comunicato stampa del 20 gennaio 2013 infatti si ribadisce che:

  • i pensionati non verranno presi in considerazione;
  • nè gli scostamenti inferiori a 12 mila euro;

Lo strumento redditometro verrà quindi applicato ai casi considerati eclatanti, ovvero a chi manifesta una elevata capacità di spesa a fronte di redditi esigui dichiarati al fisco.

Vedremo.

Se ritieni che l’informazione contenuta in questo post possa essere utile a qualcuno utilizza i tasti sottostanti per condividerla.