Regol 7.0 – software gratuito per il calcolo del ravvedimento operoso

Attenzione – esistono aggiornamenti successivi:

Da oggi, 1 gennaio 2011 il tasso di interesse legale passa dall’1 all’1,5% in seguito a quanto disposto dall’art.1 del Decreto M.E.F. dello scorso 7 dicembre (vedi precedente approfondimento a riguardo).

Ciò comporta la modifica degli importi dovuti all’Erario per i versamenti eseguiti a seguito del ravvedimento operoso.

Ritengo sia utile, quindi, un nuovo rilascio del software gratuito in Excel: “Regol“.

Il foglio di calcolo per la regolarizzazione delle imposte e dei tributi é stato ideato per poter calcolare rapidamente interessi e sanzioni relativi ai tributi omessi o versati tardivamente: il cosiddetto “Ravvedimento operoso“.

Foglio regolarizzazioni 7.0 del 1.1.2011

Attraverso questo istituto é infatti possibile versare tributi giá scaduti con il pagamento delle sanzioni ridotte del 2,50% o del 3% a seconda del ritardo e degli interessi maturati giornalmente dalla scadenza al versamento.

Ogni singola regolarizzazione può richiedere molto tempo per calcolare i giorni di ritardo, gli interessi dovuti, l’importo della sanzione ecc.

Con questo piccolo applicativo, in pochi secondi è possibile calcolare gli importi dovuti.

Ricordo che é possibile regolarizzare i tributi non versati (o versati in ritardo)  entro la data di presentazione della dichiarazione relativa all’anno in cui é stata commessa la violazione.

Il programma permette sia la regolarizzazione dei tributi dovuti dai sostituti d’imposta come da immagine seguente,

che quella riguardante le altre casistiche in cui l’importo degli interessi NON confluisce nell’importo del tributo regolarizzato.

Caratteristiche

  • il programma è stato sviluppato utilizzando Microsoft Excel 2003;
  • occorre abilitare le Macro per funzionare correttamente;
  • il programma è testato solo in ambiente Windows PC (no Mac – Linux, ecc.);
  • gli interessi sono calcolati secondo la formula dell’anno civile (Crt)/36.500 con arrotondamento al secondo decimale;
  • l’importo minimo per ogni singolo codice tributo è forzato a euro 1,03.

Scarica il programma zippato – versione 7.0 del 01.01.2011